Inside Arredoluce

Arredoluce
Milano
1943

Un sogno. Tra il reale e l’immaginario. Come se il tempo si fermasse e le collezioni Arredoluce lì in mezzo come punto focale. Un ponte nel tempo. Per essere sempre, ne passato ne moderno. Semplicemente etereo e senza tempo con Arredoluce lì al centro per essere e restare. Oggetti di un lusso senza ostentazione. Tutto tra il vero e l’immaginario.

Arredoluce Milano 1943.
La storia delle grandi firme

Questa è una storia italiana. Una storia di impegno, creatività, ingegno. Una storia d’idee, di disegni, di materiali, di forme, di dettagli, di maestria. Di luce, di lampade. Una storia d’incontri, di collaborazioni, di sperimentazioni, di ricerca, di artigianalità, di arte. Una storia imprenditoriale, lavorativa ma anche umana. Una storia di successo. La storia di Arredoluce è la storia di donne e uomini, innamorati del proprio lavoro, ma è soprattutto la storia del suo fondatore, Angelo Lelii.

Angelo Lelii fonda a Monza nel 1943 Arredoluce, specializzata nella produzione di lampade classiche. Guidata dall’impulso creativo e dallo spirito avanguardistico di Lelii, Arredoluce diventa uno dei punti di riferimento a livello mondiale del lighting design, una realtà imprenditoriale a metà strada tra una bottega d’alto artigianato e una fabbrica per la produzione in serie.

Angelo Lelii 1971,
Courtesy by Arredoluce Catalogo Ragionato
Angelo Lelii 1975
Courtesy by Arredoluce Catalogo Ragionato
La vulcanica e geniale personalità di Lelii affascina le più importanti figure creative dell’epoca come Gio Ponti, Nanda Vigo, Achille e Pier Castiglioni, Ettore Sottsass Jr e Vigo Magistretti, solo per citare alcuni nomi.

Il DNA di Angelo Lelii e della sua creatura continua a vivere nel presente e guarda al futuro. Grazie alle linee e al design futuristico di molti manufatti, ai materiali utilizzati e alle finiture di elevata qualità e unicità, le lampade Arredoluce intercettano il gusto e lo stile raffinato della clientela contemporanea.

Grazie all’intuizione e al lavoro del Gruppo Auralis, questo importante patrimonio del made in Italy ritorna ad arricchire il segmento heritage del mercato italiano e internazionale del lighting design. L’iconica Arredoluce ritorna a splendere e a illuminare gli spazi architettonici di un’eleganza senza tempo.

Courtesy by Arredoluce Catalogo Ragionato
Courtesy by Arredoluce Catalogo Ragionato

La continua ricerca della perfezione formale, la qualità dei dettagli, la cura delle finiture e la scelta di materiali sia poveri sia all’avanguardia contraddistinguono sin dall’origine tutti gli apparecchi ideati e prodotti da Arredoluce. Questo specifico modus pensandi e operandi delinea una filosofia del design che caratterizza tutta la produzione di Arredoluce.

Grazie a questa cultura del fare e del fare bene, all’amore per il proprio lavoro che unisce la genialità dei progettisti, la tecnica e sapienza manuale delle maestranze e l’utilizzo dei macchinari più sofisticati e all’avanguardia, Arredoluce produce lampade che sono il perfetto incontro tra industria e arte, tra bottega artigianale e produzione in serie.

Elementi illuminanti, sintesi di bellezza e utilità, che riempiono con eleganza e raffinatezza gli spazi architettonici.
Play Video

1947
Triennale
Angelo Lelii

Triennale 1947, Courtesy by Arredoluce Catalogo Ragionato
Simbolo di Arredoluce, icona di un’epoca che ha sancito il successo del design made in Italy.
Triennale 1947, Courtesy by Arredoluce Catalogo Ragionato

La forma lineare di Triennale è stato la fonte di ispirazione per tanti prodotti che si sono succeduti nel tempo, rappresenta l’essenza della traiettoria tracciata da Arredoluce all’interno della storia dell’industrial design italiano.

Courtesy by Arredoluce Catalogo Ragionato
Uno stelo elegante in ottone lucido o cromato si relaziona con tre bracci a contrappeso mobili e orientabili che terminano con tre diffusori anch’essi orientabili in alluminio verniciati in diversi colori.
Triennale 1947, Courtesy by Arredoluce Catalogo Ragionato
Courtesy by Arredoluce Catalogo Ragionato

Presentata alla VII Triennale di Milano nel 1947, Triennale è il simbolo della lampada italiana moderna, emblema della genialità ed eclettismo di Angelo Lelii.